Manhunt 2, inadatto agli adulti dicono! ci risiamo…

28 03 2012

Il seguito di Manhunt ha una trama molto più profonda e complessa, misteriosa anche, dovremo scoprire come mai il nostro protagonista sia stato rinchiuso in un manicomio e recuperare la memoria.

Con ovviamente uomini alle calcagna che ci vorranno far fuori.

Ma come siete eleganti!

Leggi il seguito di questo post »

Annunci




I terroristi laggano su Call Of Duty

23 03 2012

Ok ok, dovrebbe essere una notizia seria e preoccupante… ma…

è talmente assurda che fa ridere 😀

Il SUN in prima pagina scrive “I terroristi usano i giochi online per pianificare attacchi reali” in particolar modo viene preso di mira COD.

Ooooh, ma quante notizie intelligenti...

Leggi il seguito di questo post »





Manhunt, è questa la vera violenza o…

12 03 2012

Una delle più recenti e di maggiore impatto controversie sui videogiochi è sicuramente quella contro Manhunt e del suo seguito, accusato addirittura di un omicidio (alla fine si è rivelato infondato, ma su questo ci arriviamo dopo).

La trama del primo capitolo è, in effetti, già di suo molto cruda:

James Earl Cash è condannato a morte per iniezione letale a causa di diversi crimini commessi, ma ciò non avviene. I dottori sono stati corrotti per sostituire la soluzione letale con un sonnifero, James sarà il protagonista di un film con un famoso regista di snuff movies.

Dai, per questa volta ti è andata bene!


Leggi il seguito di questo post »





Quantic Dream, quando i videogiochi sono emozioni

9 03 2012

Spara spara, spara spara, spara spara, picchia picchia, picchia picchia, super picchia picchia, Super mega picchia picchia vs picchia picchia (grazie Capcom) e spara spara.. spara…

Così si potrebbe riassumere questa generazione (o almeno è come la vedono i media), fortunatamente ci sono software house che escono dagli schemi e creano i cosiddetti “emotional game”.

Tra gli indie la compagnia che più spicca è “ThatGameCompany” creatori di Flow, Flower e il recente Journey.

Ma c’è una software house che ha avuto la fortuna di avere un budget maggiore e publisher a supportarli, Quantic Dream.

Leggi il seguito di questo post »





Resident Evil, ora vi censuriamo gli zombie! Braaaaiiiinssss

7 03 2012

Resident Evil, lo conosciamo tutti suvvia, uscito nel 1996, è stato uno dei primi survival horror (termine coniato dalla stessa Capcom).

Difficile da dimenticare l’intro, girata con attori in carne ed ossa, dove l’agente S.T.A.R. Joseph Frost viene sbranato da cani zombie (cerberus).

In realtà questa è stata censurata nella versione occidentale, innanzitutto è in bianco e nero a differenza dell’originale a colori, articoli di giornale al posto di cadaveri e la scena della morte di Joseph è stata resa confusionaria.

Ciò che più mi lascia perplesso è la scena di presentazione di Chris Redfield, in origine si limitava ad accendere una sigaretta, nella versione censurata lo si vede impugnare una pistola… (e qui si ritorna al discorso fatto nell’articolo della Columbine: https://suvviaitaliavideogiochiamo.wordpress.com/2012/03/02/massacro-columbine/, sì alle armi no al resto.)
Leggi il seguito di questo post »





I poster del giudizio

5 03 2012

Un giorno una signora conoscente di famiglia (meglio restare vaghi, sia mai che un giorno pure su internet venga tolto il diritto di espressione) viene a farci visita, dopo una lunga chiacchierata entra nella mia stanza. Nota i vari poster (God of War e GTA San Andreas tra gli altri) e poco dopo:

“ah, quindi dentro sei violento” gesticolando con le mani l’azione dello sparo

Premettendo che l’ignoranza, la superficialità e i luoghi comuni sono ciò che più mi da fastidio, e che a tutti quelli che fanno queste affermazioni un lungo discorso se lo meriterebbero, esterrefatto ho risposto:

“ehm, in verità sono contro la violenza…”

L’unica cosa che mi è venuta in mente di rispondergli al momento, perché ero senza parole.

Questo episodio è uno degli ultimi che mi è capitato ed è il motivo di questo blog, nella speranza che prima o poi queste affermazioni finiscano.

_____________________________________________________________

Vi ricordo che potete segnalare episodi di “Ignoranza videoludica” a suvviaitalia@gmail.com





Massacro Columbine, ma sì diamo la colpa a…

2 03 2012

Molti conosceranno già il massacro del 20 aprile 1999 avvenuto nella Columbine High School a Denver (Colorado), uno dei più sanguinosi episodi di violenza in una scuola. Per chi non ne fosse a conoscenza, due righe di Wikipedia:

due studenti della Columbine High School, Eric Harris e Dylan Klebold, si introdussero nell’edificio armati e aprirono il fuoco su numerosi compagni di scuola e insegnanti. Al termine della sparatoria rimasero uccisi 12 studenti e un insegnante, mentre 24 furono i feriti, compresi 3 che erano riusciti a fuggire all’esterno dell’edificio. I due autori della strage morirono suicidi a loro volta, asserragliati all’interno della scuola dopo che la polizia era intervenuta a circondare la zona. 

Questa tragedia per la prima volta vede il videogioco (e non solo) al centro dell’attenzione mediatica.

Leggi il seguito di questo post »