Massacro Columbine, ma sì diamo la colpa a…

2 03 2012

Molti conosceranno già il massacro del 20 aprile 1999 avvenuto nella Columbine High School a Denver (Colorado), uno dei più sanguinosi episodi di violenza in una scuola. Per chi non ne fosse a conoscenza, due righe di Wikipedia:

due studenti della Columbine High School, Eric Harris e Dylan Klebold, si introdussero nell’edificio armati e aprirono il fuoco su numerosi compagni di scuola e insegnanti. Al termine della sparatoria rimasero uccisi 12 studenti e un insegnante, mentre 24 furono i feriti, compresi 3 che erano riusciti a fuggire all’esterno dell’edificio. I due autori della strage morirono suicidi a loro volta, asserragliati all’interno della scuola dopo che la polizia era intervenuta a circondare la zona. 

Questa tragedia per la prima volta vede il videogioco (e non solo) al centro dell’attenzione mediatica.

Eric Harris creava mappe per Doom, quindi aprì un sito per ospitarle e con lo scopo principale quello di farle scaricare ai suoi amici. Successivamente inserì un blog che conteneva barzellette e pensieri su amici, scuola e genitori. Tutto questo nel 1996.

Già questo collegamento non ha senso, allora, questo Harris creava mappe e le caricava sul suo sito, poi su questo scrisse barzellette su chi conosceva…

Ma che cosa c’entra? “Eric Harris creava mappe per Doom, quindi aprì un sito per ospitarle e con lo scopo principale quello di farle scaricare ai suoi amici.” è l’unica affermazione che collega i videogiochi al teenager killer. Ma davvero si può cadere così in basso? No perché dare la colpa ad un intrattenimento e non al problema di base che c’è negli Stati Uniti… fa pensare a come le persone (i media in primo luogo) siano disposte a trovare un capro espiatorio pur di dare ragione e continuare con la loro mentalità, con quello che credono sia corretto.

è Doom, lo conoscete...

Sto parlando del diritto (già il fatto che sia un diritto è assurdo) del cittadino americano di possedere armi per la difesa personale. Infatti il secondo emendamento della dichiarazione dei diritti della Costituzione degli Stati Uniti d’America recita:

Essendo necessaria alla sicurezza di uno Stato libero una ben organizzata milizia, il diritto dei cittadini di detenere e portare armi non potrà essere infranto.

In questo ci viene in aiuto il film documentario di Michael Moore, Bowling a Columbine.

Cover del film

In questo film Moore denuncia l’uso delle armi in America, e quanto questo sia normale nella loro vita. Infatti nelle prime scene lo si vede andare ad aprire un conto in banca e ricevere in regalo un fucile, poco dopo andare da un barbiere e comprare delle munizioni.

come è facile intuire dal titolo si parla anche della tragedia alla Columbine, ma perchè “Bowling”? Si dice che i due ragazzi prima di andare a fare la strage abbiamo fatto una partita a bowling. Volete vedere che qualcuno ha puntato il dito pure contro questo sport?

Oltre ai videogiochi è stata data la colpa anche ai film (Ritorno dal nulla e Matrix), alla musica (Marylin Manson e i Rammstein), e allo stile goth.

Marilyn, un po' particolare lo è...

Quindi, ricapitolando, il massacro è avvenuto (secondo i media) a causa di:

  • Videogiochi (solo perché uno dei due creava mappe per Doom…)
  • Film
  • Musica (Sappiamo che Marilyn è un personaggio particolare, ma addirittura la causa di una strage…)
  • Bowling (solo perché hanno fatto una partita prima di andare alla scuola)

Quattro passatempi/passioni sono stati usati come capro espiatorio, solo a me pare un’accozzaglia  messa li tanto per? Davvero pensano che sia avvenuto perché ascoltavano/giocavano/guardavano?  Assurdo come venga reputato normale che i ragazzi avessero tranquillamente comprato svariate armi e costruito in casa esplosivi, e che siano passate in secondo piano.

Non credo proprio che se le armi non ci fossero state loro avrebbero pensato di realizzare il massacro, non ne avrebbero avuto modo. Ma come sempre la colpa la si da a chi è più facile incolpare.

Però mi raccomando, il diritto della difesa con armi da fuoco non toccatelo, sia mai che le morti diminuiscano 😉

  • 11.000 gli omicidi ogni anno negli USA

–  2.867 sotto i 20 anni
– 8 bambini e ragazzi al giorno
– 1 ogni tre ore
– è la seconda causa di morte, per i ragazzi dai 10 ai 19 anni, dopo gli incidenti stradali
– Il totale comprende 1.830 omicidi, 828 suicidi e 209 casi non ben identificati.
– La maggior parte delle morti è nella fascia dai 15 ai 19 anni con 2.451 casi
– I bambini uccisi sotto i 5 anni sono 71

  • dal 1979, si parla di 95.761 bambini uccisi per colpi di armi da fuoco (il doppio dei soldati americani morti nella guerra del Vietnam)

Fonte dati: PeaceReporter e Bowling a Columbine

Oh ma no, figurarsi, sono i film, Doom e Marylin Manson la causa di queste cifre, io ci rifletterei…

Cover Elephant

Concludo consigliando a tutti di vedere Bowling a Columbine e Elephant di Gus Van Sant. Quest’ultimo narra in maniera precisa le azioni svolte durante e prima della strage raccontando anche le motivazioni che hanno spinto la coppia a fare la strage (e no, niente colpe date senza motivo).

Sono curioso di sapere cosa ne pensate e se avete visto i due film sopraccitati. Al prossimo articolo.

Ah già, volevo creare delle mappe per Killing Floor, mi sa che evito, non si sa mai…

 

Annunci

Azioni

Information

3 responses

7 03 2012
Resident Evil, ora vi censuriamo gli zombie! Braaaaiiiinssss « Suvvia Italia, videogiochiamo!

[…] una pistola… (e qui si ritorna al discorso fatto nell’articolo della Columbine: https://suvviaitaliavideogiochiamo.wordpress.com/2012/03/02/massacro-columbine/, sì alle armi no al resto.) Oh Chris, basta fumare, spara che ti fa bene! Fuma […]

25 04 2012
Un quattrenne uccide il padre. (punto) « Suvvia Italia, videogiochiamo!

[…] Ora, che un bambino uccida il padre non è una novità, vicende simili sono capitate in USA (ma va’?) per il solito discorso affrontato diverse volte: armi da fuoco in casa. […]

28 05 2012
Aggiornamenti e articoli futuri « Suvvia Italia, videogiochiamo!

[…] La voglia di scrivere mi ha portato a questo blog e gli articoli pubblicati sono ciò che volevo esprimere da tempo, sicuramente quello a cui tengo di più è l’articolo sul massacro della Columbine. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: