“come salvare il mio figlio dal videogioco”, i genitori moderni googlano

14 04 2012

Spesso, per curiosità, controllo le statistiche del blog. WordPress permette di sapere da dove provengono le visite, quali sono i post più letti e altre cose interessanti, ma ieri mi è saltata all’occhio la voce “termini ricercati dai motori di ricerca” perché qualcuno ha usato il suo browser per cercare di aiutare suo figlio.



Ora, si sente spesso questa affermazione purtroppo, ovviamente dai nostri amici media, ma analizziamo la ricerca: “come salvare il mio figlio dal videogioco” “salvare” è una bella parola ma perché usarla in questo contesto? sta morendo? sta annegando? no.

Detto questo… perché cercare su internet? probabilmente stiamo parlando di genitori, quindi perché cercare una cosa del genere? non sono capaci di parlare con loro figlio? e soprattutto quanti anni ha? se è un bambino c’è il PEGI non a caso, non obbliga nessuno ma un’occhiatina dovrebbero darcela.

E poi qual’è il problema? videogioca molto o si è messo a fare lo Snake di turno nascondendosi negli armadi? è difficile riuscire a capire cosa non va, ma è triste se pensano che sia il videogioco in sé, e se il problema fossero questi genitori che si sono messi a fare questa inutile ricerca?.

Inutile esatto ma neanche tanto, perché cercando “come salvare il mio figlio dal videogioco” non hanno trovato risposta ma sono arrivati ad un mio recente post:

coincidenza, proprio dove si parla di emozioni, spero che l’abbiano letto.

Ma arriviamo al dunque, “salvarlo dal videogioco”? io direi che qualcuno dovrebbe salvare la gente dal gioco non dal divertimento ludico. Tutto ciò che viene abusato è sbagliato ancora di più se tutto lo stipendio viene buttato in pochi giorni o addirittura in poche ore, il gioco selvaggio è riferito alle slot machines e simili che non c’entrano nulla con i videogiochi, ma molti li confondono ancora. Io direi che sarebbe ora di iniziare a regolamentare l’uso di gratta e vinci e compagnia senza la frase “gioca il giusto!” che è una presa per il culo bella e buona, ma ovviamente chi ci guadagna (lo Stato) ha ben poca voglia di pensarci.

Oh è tardi, vado a “salvare mio figlio” che si è messo ad evocare strani mostri in camera, faccio una bella ricerca e poi torno 😉

Annunci

Azioni

Information

4 responses

14 04 2012
Anonimo

D’accordissimo sulla regolamentazione dei gratta e vinci , macchinette e altre vaccate simili,mi fa sempre ridere quando senti gli spot che ti prometto ricchezze facili a non finire e alla fine la vocina ti dice “gioca senza esagerare”

14 04 2012
suvviaitaliavideogiochiamo

Esatto, come se fosse normale 🙂

16 04 2012
Last

[Abusato ha una “b”]
Nota tecnica a parte concordo pienamente con il tuo discorso.
Mi ricorda una notizia: tempo fa c’è stato qualcuno che ha chiamato la polizia per far smettere il suo figlioccio di giocare all’Xbox.
Ma oggi nessuno sa fare il genitore? Da bambino avevo certe ore dedicate al (video)gioco. Stop. Questo fino a quando non sono diventato abbastanza grande da auregolamentarmi. E’ così difficile?

17 04 2012
suvviaitaliavideogiochiamo

Grazie per la correzione, mi è scappato 😀
Comunque, ricordo quella notizia e sicuramente è una delle più assurde che conferma quello che hai detto, oggi nessuno sa fare il genitore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: