La pirateria va di moda e “fa figo”, o almeno così dicono

18 06 2012

“Ma costano troppo, vai sul torrent e li scarichi gratis, e si eh”

“Eh ma dai, 60 euro è troppo : (“

“Lo fanno tutti quindi è giusto!!1111!!1”

“UUUh, è disponibile Pinco Pallino Giardiniere sul mulo, vai che lo scarico prima di tutti!”

“No ma va, io li scarico per provarli e poi decido se comprarli”

Non so voi, ma a me queste frasi fanno incazzare, sarà per l’ignoranza di questi individui, sarà perché è fastidioso sentire che queste persone reputino la pirateria un atto… normale.

In realtà è illecito ed equivale a rubare, detto in parole povere chi pirata è un ladro. Anche se visto in maniera differente perché si tratta di materiale digitale e non fisico, diciamo che se non vediamo quello che ha rubato e non lo ha effettivamente in mano la sua figura cambia.

Gabe è un pirata… senza Half Life 3…

Detto ciò non voglio fare il santarellino, la mia Playstation 1 è modificata e quando mi fu regalata mi venne data già così, era normale, con tanto di negozi che permettevano l’hack. Ricordo bene il giorno in cui andai da un amico per giocare e mi si presentò davanti con 2 scatole di scarpe piene di videogiochi pirata. “Allora, cosa scegli?” disse, “arrivederci e grazie (ma anche no)” sarebbe la mia risposta oggi.

Il problema più grande è che scaricarsi il giochino di turno lo si può fare tranquillamente, chiedendo di persona e spiegando a questi il problema della pirateria, oltre a non saperne nulla, ti ridono in faccia. Evidentemente interpretano il codice che gli entra in testa così: ZERO soldi spesi + lo fanno tutti = sono un figo assurdo e tu no quindi ho ragione io pappapero.

Ma la cosa che mi fa cadere le braccia è che chi dovrebbe essere contro la pirateria in realtà la approvi e la diffonda. L’anno scorso feci diversi mesi di stage in una comunità, gli educatori di questa permettevano ai ragazzi di scaricare musica, oltre a farlo loro stessi, scaricandosi quello che volevano sui computer utilizzati per ben altri scopi. Un giorno proposi di far vedere ai ragazzi “Bowling a Columbine” la prima risposta: “dai, vediamo di scaricarlo”… oltre alla frase, dire ciò riguardo ad un film/documentario di Michael Moore non è poi così intelligente. Ciò può essere copia/incollato per altre esperienze personali simili, professori o per un sito del settore videoludico.

Ah dimenticavo, la comunità di cui sopra ospita ragazzi che, tra gli altri motivi, hanno avuto problemi con la legge, le rapine sono tra queste. Diciamo che insegnare ad un ragazzo, che fino a poco prima rubava, a rubare… concludete voi, io con la mia esperienza da stagista ho capito molto di più su queste vicende rispetto a quello che uno stage dovrebbe servire.

Colto in flagrante… tsk

In conclusione, perché uno scarica? la scusa che spesso viene usata è: “e ma costano troppo e non c’ho soldi” e quindi? neanche io ho soldi eppure videogioco da 10 anni buoni, basta non comprare qualsiasi videogioco al D1, ormai basta aspettare anche un mese per pagarli 20 euro (o spiccioli come spiegato qui). Oppure ci sono le iniziative come Humble Bundle (si fa pure beneficenza) o Indie Royale.

Ah, dai che è uscito Lollipop Chainsaw, che faccio? lo scarico imitando l’utente ladro di turno o alzo il culo e lo vado a comprare? vediamo cosa dice il mio professore e poi deciderò 😉

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: