Donazioni in gioco: aggiornamento data, luogo e blog dedicato

6 08 2013

Immagine

Con una velocità inattesa uno degli aspetti più importanti per la realizzazione di Donazioni in gioco è stato trovato, il luogo seguito dalle date!

Visto la rapidità con cui il progetto sta avanzando ho deciso di creare un blog dedicato dove troverete tutte le informazioni e gli aggiornamenti:

Il blog di Donazioni in gioco





Donazioni in gioco: il progetto

22 07 2013

È dalla prima volta che li ho visti, ormai due anni fa, che penso di organizzare una cosa simile. È il momento.

The cake isn't a lie

Sto parlando di un gruppo di ragazzi americani, appassionati di speedrun, che organizzano annualmente la SDA Charity Marathons. 3/4 giorni in cui a turno completano un gioco nel minor tempo possibile. Nel mentre raccolgono donazioni che andranno a organizzazioni come Prevent Cancer Fondation o Medici senza frontiere (donazioni totali). Il tutto mandando in streaming l’evento e interagendo con gli utenti in chat.

Mi è sempre piaciuto guardarli, si ritrovano in una stanza, una ventina di persone con la medesima passione. Si mettono in gioco, dedicano una parte del loro tempo per beneficenza e si divertono.

Se volete seguirli il 25 luglio fino al 29 faranno la “Summer games Done Quick 2013”, qui tutte le info.

Gli Speed Demos Archive in una speedrun... particolare

Gli Speed Demos Archive in una speedrun… particolare

In Italia, perché no?

Con Donazioni in gioco il mio obiettivo è quello di realizzare una o più giornate simili, con videogiochi in compagnia di videogiocatori, con la possibilità di conoscere e farsi conoscere. Non per forza speedrun, qualcuno è in grado di intrattenere semplicemente con un gameplay, oppure adora un gioco e conosce alla perfezione la posizione dei segreti, o degli easter egg. Magari è in grado di finirlo senza mai essere scoperto o senza morire. Tutto questo e anche altro è possibile in queste giornate.

Per le donazioni verrà usato il portale Rete del dono, l’Organizzazione Non Profit che ne beneficerà sarà concordata insieme. Il luogo scelto è Milano, il periodo è ancora generico (autunno/inverno), ma qualcuno è già pronto a partecipare.

Non siamo mai abbastanza, se siete interessati e vorreste far parte della cricca siete i benvenuti. Quello che ci servirà è sicuramente il materiale per lo streaming: dalle videocamere ai microfoni, e qualsiasi altro pensiate possa essere utile per la migliore realizzazione. Se avete delle console di vecchia generazione che vorreste portare per mostrare le perle del passato ben venga. Potete partecipare anche solo creando un banner, un logo, un disegno.

Insomma liberi di contattarmi per qualsiasi cosa, il supporto è ben accetto!

Ah sì, potrete portare anche una torta.





I terroristi laggano su Call Of Duty

23 03 2012

Ok ok, dovrebbe essere una notizia seria e preoccupante… ma…

è talmente assurda che fa ridere 😀

Il SUN in prima pagina scrive “I terroristi usano i giochi online per pianificare attacchi reali” in particolar modo viene preso di mira COD.

Ooooh, ma quante notizie intelligenti...

Leggi il seguito di questo post »





Resident Evil, ora vi censuriamo gli zombie! Braaaaiiiinssss

7 03 2012

Resident Evil, lo conosciamo tutti suvvia, uscito nel 1996, è stato uno dei primi survival horror (termine coniato dalla stessa Capcom).

Difficile da dimenticare l’intro, girata con attori in carne ed ossa, dove l’agente S.T.A.R. Joseph Frost viene sbranato da cani zombie (cerberus).

In realtà questa è stata censurata nella versione occidentale, innanzitutto è in bianco e nero a differenza dell’originale a colori, articoli di giornale al posto di cadaveri e la scena della morte di Joseph è stata resa confusionaria.

Ciò che più mi lascia perplesso è la scena di presentazione di Chris Redfield, in origine si limitava ad accendere una sigaretta, nella versione censurata lo si vede impugnare una pistola… (e qui si ritorna al discorso fatto nell’articolo della Columbine: https://suvviaitaliavideogiochiamo.wordpress.com/2012/03/02/massacro-columbine/, sì alle armi no al resto.)
Leggi il seguito di questo post »





Massacro Columbine, ma sì diamo la colpa a…

2 03 2012

Molti conosceranno già il massacro del 20 aprile 1999 avvenuto nella Columbine High School a Denver (Colorado), uno dei più sanguinosi episodi di violenza in una scuola. Per chi non ne fosse a conoscenza, due righe di Wikipedia:

due studenti della Columbine High School, Eric Harris e Dylan Klebold, si introdussero nell’edificio armati e aprirono il fuoco su numerosi compagni di scuola e insegnanti. Al termine della sparatoria rimasero uccisi 12 studenti e un insegnante, mentre 24 furono i feriti, compresi 3 che erano riusciti a fuggire all’esterno dell’edificio. I due autori della strage morirono suicidi a loro volta, asserragliati all’interno della scuola dopo che la polizia era intervenuta a circondare la zona. 

Questa tragedia per la prima volta vede il videogioco (e non solo) al centro dell’attenzione mediatica.

Leggi il seguito di questo post »